Dopo essere stata, per molti anni, una controllata di grandi gruppi che gestiscono portafogli di marchi legati al mondo musicale, Buffet ha riconquistato la sua indipendenza con il sostegno di Argos e del management team, ridefinendo una corretta organizzazione e una strategia dedicata.

Si è trattato di uno scorporo molto complesso, dove marchi, fabbriche, team di vendita, edifici, brevetti e progetti, sistemi IT e basi clienti sparsi in molte parti del mondo sono stati staccati dall’ex proprietario e riuniti in una nuova società indipendente. Per la chiusura ci sono volute 32 ore, con transazioni tra i vari continenti, culminate in un’operazione di copertura di vasta portata per coprire l’elevata esposizione che il gruppo aveva nei confronti della parità yen/€.

180 anni dopo la costituzione, la società è riuscita a raggiungere l’organizzazione e le risorse finanziarie necessarie per rinnovare lo sviluppo dei suoi prodotti facendo leva sul suo marchio famoso in tutto il mondo, sul know-how e sulla riconquista del controllo sui canali di distribuzione a livello mondiale.

Ci sono voluti molti anni per integrare pienamente tutti gli attivi in un gruppo coerente, razionalizzare la catena di approvvigionamento e i canali di distribuzione, costruire un controllo finanziario a livello di gruppo (raggiunto da Geoffroy Soler, attuale Direttore generale di Selmer) e migliorare il processo manifatturiero pur preservando le conoscenze storiche del marchio.

Queste trasformazioni, insieme a una strategia di crescita esterna selettiva (Besson, Courtois, Schreiber), ha consentito a Buffet di realizzare un incremento significativo delle vendite e dell’organico, in un contesto di instabilità economica. I ricavi del gruppo sono passati da meno di 40 Mio di € nel 2005 a 67 Mio di € nel 2011 mentre gli effettivi sono raddoppiati.

Con il nuovo proprietario Buffet Crampon ha continuato a crescere e genera attualmente più di 100 Mio di € di fatturato.

Ulteriori informazioni sulla società: www.buffet-crampon.fr