Si tratta di unire tutte le diverse componenti in un modo creativo e innovativo, con molta pazienza, dedizione e collaborando con le diverse parti.

Argos ospita un team di persone di talento e di alto calibro. Eppure, in tutte le nostre interazioni, sia internamente tra i team che esternamente con le nostre società in portafoglio, il nostro valore core è promuovere il calore umano e il rispetto di tutti gli individui.

Il lavoro di squadra è fondamentale. L’atmosfera lavorativa in Argos è serena e divertente, cosa non comune in un posto dove la performance è il motore trainante. La performance per noi è sempre intesa come un impegno collettivo. Crediamo tutti nel proverbio africano che dice: “Se vuoi andare veloce, vai da solo. Se vuoi andare lontano, andiamo insieme.”

Nel corso degli anni Argos è diventata non solo più grande ma anche veramente internazionale. Abbiamo però cercato in ogni sede di non perdere le nostre radici locali e di restare un luogo di lavoro dove l’interazione è informale, rilassata e piacevole.

Sono entrato in Argos nel 2005 e il mio ruolo è di co-dirigere l’ufficio italiano e sostenere altri soci in operazioni tra diversi paesi e nella gestione aziendale. Rappresento Argos in Italia per le società in portafoglio, per i nostri consulenti, la comunità commerciale in generale e persino i poteri pubblici, perché è vero che il private equity può avere un impatto sociale positivo sull’economia locale cosa che i politici e gli organismi normativi dovrebbero capire.

Sono una persona curiosa: Mi piace imparare cose nuove e spingermi oltre i sentieri battuti. Il private equity mi dà soddisfazione perché è così vario: per me conoscere le società attraverso le visite e capire come funzionano è come guardare Discovery Channel ogni giorno!

È una professione difficile ma ti consente di incontrare molte persone speciali con prospettive molto diverse. Mi piace vedere che gli imprenditori e i manager, che sanno molte più cose di noi sulle società e sui settori in cui investiamo, accordano molta importanza al dialogo che intrattengono con noi e apprezzano l’impatto che possiamo avere sulla loro organizzazione. Mi piace ascoltare, trovare un punto di contatto, conquistare la fiducia e motivare le persone, in questo modo insieme possiamo sbloccare opportunità non sfruttate nella loro attività.

Mi gratifica aiutare le società a crescere, sia sul piano quantitativo che qualitativo. La cosa migliore di questi viaggi professionali sono molto spesso le storie di profonda interazione umana persino di fronte a problemi complessi. Siamo felici di trovare soluzioni a questi problemi e, da un punto di vista personale, è davvero gratificante. In definitiva aiutiamo le comunità nei nostri paesi, modificando le organizzazioni e il loro impatto sull’economia locale.

Quando non lavoro mi interesso di politica e sono un appassionato di storia contemporanea. Fornisco consulenza gratuita alle start up di alcuni amici e anche a molte organizzazioni che aiutano famiglie e bambini in difficoltà. Mi piace inoltre praticare sport, in particolare la vela che è una metafora perfetta della professione che svolgo dato che richiede lavoro di squadra, valutazione dell’ambiente circostante, tattica, strategia, visione, e soprattutto divertimento.