…stimolo al successo e consapevolezza a livello sociale e umano.

Sono entrato in Argos nel 2014, nel momento in cui veniva costituita la sede belga e ho contribuito a sviluppare una nuova storia per Argos sul mercato del Benelux. Sono subito entrato in sintonia con i colleghi, in particolare con Gilles (Mougenot), e con la cultura aziendale. Mi ricordo che parlavamo molto di integrità e spirito imprenditoriale e dopo tutti questi anni posso confermare che noi di Argos siamo davvero stati coerenti con questi valori.

Integrità significa coerenza con quel che diciamo e facciamo. Siamo un investitore presente che aiuta a trasformare e a far crescere le aziende, tenendo conto del loro ruolo nella società. Ricerchiamo e forniamo soluzioni, per questo ogni volta che ci troviamo di fronte a una situazione complessa, la consideriamo in modo pragmatico e ci rendiamo disponibili per aiutare a risolverla.

Lo spirito imprenditoriale è inoltre presente nella nostra stessa organizzazione. Abbiamo avviato la sede belga da zero, costruendo e sviluppando la nostra presenza sul mercato e cerchiamo di crescere ogni giorno nel modo migliore.

Oltre ad essere il referente di Argos in Belgio, il mio compito è costruire rapporti con le diverse parti interessate di un investimento, dagli investitori esterni al management.

Siamo molto implicati nella vita delle società in cui investiamo e ritengo che questo sia essenziale nel private equity ed è inoltre uno degli aspetti più interessanti del lavoro in Argos. Il nostro stretto rapporto con il management, l’essere aperti ad altri punti di vista e il lavoro di squadra possono davvero creare valore per lo sviluppo della società.

Lavorare in squadra è per me molto importante. Mi piace pensare che l’intero è migliore della somma delle parti. Condividiamo molte idee che ci aiutano effettivamente a trovare la soluzione ottimale. È meglio affrontare i problemi condividendoli con gli altri che da soli.

Einstein disse: “La misura dell’intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario”. Io ci credo molto. Nel lavoro che svolgo in Argos cerco di essere il sassolino nel fiume in grado di cambiare leggermente la corrente per le società in cui investiamo. Possiamo davvero fare la differenza nello sviluppo di una società e accelerarne la crescita e la trasformazione.

Guardiamo alle cose da un punto di vista diverso e ascoltiamo le opinioni degli altri tenendo conto della loro esperienza e questo, a volte, è tutto quello che serve per apportare cambiamenti positivi.

Per me il private equity non è sicuramente solo una questione di acquistare una società fortemente indebitata, tagliando i costi per poi ripagare il debito al fine di ottenere un rendimento dall’investimento. Non funziona così, almeno non in Argos. Ci impegniamo a far crescere e rafforzare l’azienda in cui investiamo, non solo per farle guadagnare valore ma anche perché abbia un impatto positivo sull’economia e sulla società. Quando il private equity funziona in modo integro acquista un vero significato.