…è davvero importante per me. Sia che giochi a rugby o che stia suonando il clarinetto in un orchestra o che svolga il mio ruolo in Argos, il gioco di squadra è la cosa che mi motiva maggiormente.

Sono entrato in Argos subito dopo essermi laureato. Sono stato attirato dall’attenzione per la complessità e dall’approccio imprenditoriale. Inoltre Argos ha sostenuto per anni il produttore francese di strumenti a fiato in legno Buffet Crampon: in quanto suonatore di clarinetto classico, come potevo non lasciarmi conquistare?

Apprezzo inoltre davvero l’impronta europea, che porta a una diversità culturale e ad opportunità per i membri del team. Gli scambi di valori tra le società. Ho passato quattro anni nella sede parigina di Argos prima di trasferirmi negli uffici di Francoforte a giugno 2016.

Trovo molto stimolante la vicinanza agli imprenditori e l’approccio diretto. Uno dei valori a cui tengo di più, sia a livello personale che professionale, è quello di trattare sempre le persone con correttezza.

E ciò si riflette nel mio quotidiano, non solo tramite il lavoro di squadra ma anche nella mia interazione con i diversi attori, nel risolvere problemi complessi, nel contribuire a migliorare le cose e nel creare valore per le società in portafoglio. Sono fiero del nostro modo di lavorare e della nostra etica commerciale.

Apprezzo davvero il nostro modo di aiutare le società di medie dimensioni, fornendo loro la forza necessaria per crescere e facendo emergere il loro potenziale. Contribuiamo a strutturare le società, preparandole ad affrontare sfide a lungo termine e a sfruttare le opportunità. Abbiamo una forte responsabilità nei confronti degli investitori, dei manager e dei dipendenti delle società che sosteniamo.

È fondamentale tenere conto degli altri in tutto quello che facciamo, capire la motivazione delle persone e trovare il modo giusto di sostenerle e creare valore.

Ci prefiggiamo di essere dei partner nelle situazioni più stimolanti ma a volte anche più difficili. In una delle società in portafoglio, il CEO è stato colpito da un improvviso problema di salute e la sua convalescenza è stata lunga. Lo abbiamo sostenuto in questo percorso ed è rimasto in carica fino alla fine del nostro periodo di investimento. Abbiamo trovato insieme un successore e siamo stati entrambi molto contenti di veder subentrare un nuovo investitore per la fase di crescita successiva. Questo è solo uno degli esempi di come prepariamo la strada a un futuro sostenibile per la società tenendo contemporaneamente conto dei bisogni del nostro partner.

Sono davvero fiero del fatto che siamo pronti a tutto per sostenere le società e gli imprenditori.